Loc. Marena
Fornovo (PM)

mail: info@ilpoderedeibianchigalli.it
tel: +39 328 3361114

Nosework

LE MERAVIGLIE DELLA RICERCA OLFATTIVA

Il naso del cane è uno strumento ad ‘altissima definizione’, un vero e proprio cervello che odora (anche le emozioni), analizza, interpreta, fa prendere decisioni.

Per questo la ricerca olfattiva (nosework) per il cane è un momento di presa di coscienza di sé e del mondo che lo circonda e un’ottima occasione per approfondire la relazione con il proprio umano grazie all’aspetto giocoso e complice.

Qui al Podere potete sperimentare il nosework in un ambiente perfetto per mettere alla prova e stimolare il più pigro dei quadrupedi. Sfruttando la naturale capacità di raccogliere informazioni olfattive del nostro cane, lo possiamo guidare verso situazioni di ricerca più complesse e articolate, dove è necessario saper “tirare fuori” la concentrazione e la determinazione nascosta dentro a ognuno di noi!

Vi faremo sperimentare il nosework in un ambiente perfetto per mettere alla prova e stimolare il più pigro dei quadrupedi. Partendo da ricerche di base e facilitate, con cui guidiamo il nostro cane verso una ricerca ludica, si arriva a situazioni di maggiore complessità che richiedono capacità di discriminazione olfattiva, concentrazione, calma e determinazione. Grazie a questa attività non solo il vostro amico a quattrozampe imparerà cose nuove, si divertirà un sacco e acquisterà competenze impensate (per esempio: la pazienza),

ma voi insieme a lui aprirete gli occhi sul mondo in maniera diversa, trovando punti di contatto che non immaginavate nemmeno esistessero!

In una sessione “tipo” si possono affrontare a seconda dell’evoluzione nella preparazione del binomio: ricerca su pista aumentando il grado di difficoltà attraverso la lunghezza, il cambio di terreno e l’invecchiamento della traccia; ricerca oggetti in un settore, discriminazione olfattiva (p. es. “chiavi” vs “borsa”; calzini del proprietario vs calzini altrui), ricerca ludica di persone.

  • Lo sapevate che….

    • Il vostro cane immagazzina gli odori in una speciale camera olfattiva dentro al suo naso, dove rimangono fino a che non sono stati identificati completamente. Un vero e proprio segnalibro nasale!
    • La parte del cervello umana dedicata a selezionare e decodificare gli odori è di circa 3 centimetri quadrati, contro il ‘computer’ di 180cm quadrati del cane.
    • I cani possono muovere le narici indipendentemente l’una dall’altra. Questo li aiuta a determinare da che parte è arrivato un determinato odore. Ecco perché spesso vediamo i nostri amici a 4 zampe fare avanti e indietro in più direzioni fino a che non hanno individuato perfettamente la provenienza di una determinata traccia.